Giufà e la sella del Sultano

La Grande Guerra - Nei pressi di Gorizia

Il principe Tamerlano, stufo di sentirsi dire dai cortigiani che Giufà lo prendeva continuamente in giro, ordinò alle guardie di andarlo a prendere per punirlo severamente.
Però Giufà, appena fu al cospetto del principe, cominciò a riverirlo e ad incensirlo:
- Mia maestà quale onore nel ricevermi! Ti sono stato sempre devoto e ho sempre voluto incontrarti per testimoniare la mia stima nei tuoi confronti! Per farti comprendere quanto ti sia devoto, vorrei recitarti un poema che ho scritto in tuo onore!

Tamerlano, colto di sorpresa, non seppe cosa dire e alla fine accettò che Giufà recitasse il suo poema.
In effetti, Giufà non aveva preparato un bel niente, ma fidandosi della sua abilità a poetare di getto, si buttò a capofitto nella situazione e cominciò a lodare e imbrodare il sovrano.
- Sei fulgido come il sole di primavera, forte come 10 leoni della savana, astuto come 100 volpi, coraggioso più di 1000 soldati -
e via di seguito per un bel po', tirando in ballo  - il mare maestoso, il temperamento indomito e un futuro di vita immortale-.
Man mano che Giufà incensiva, il sultano si inorgogliva sempre di più e rendeva la sua vanagloria sempre più palese. Alla fine delle sviolinate, il sultano, beato di sentirsi tanto lodato, volle regalare a Giufà, oltre ad una borsa di denari, una sella e le redine per un asino.

Giufà ringraziò, glorificando ancora la sua generosità, e, messosi sulla schiena la sella, uscì dal palazzo e si mise a correre per le strade della città.
La gente guardava lo strano abbigliamento di Giufà e, conoscendo le sue bizzarrie, si metteva a ridere. Poi qualcuno gli chiese:

- Giufà, perché sei così acconciato? Perchè porti addosso una sella?

Giufà sorridendo malizioso e indicando la sella d'asino che aveva sulle spalle, rispose:
- Sono stato dal sultano Tamerlano e gli ho recitato una bellissima poesia che lui ha gradito molto. E' rimasto talmente contento che mi ha voluto regalare uno dei suoi abiti più belli che indossa quando amministra.

 

Sommario Giufà

www.colapisci.it