Le galline e il gallo

La Grande Guerra - Nei pressi di Gorizia

Gli amici di Giufà erano dei burloni e un giorno decisero di fargli uno scherzo.

Nascoste alcune uova nelle tasche, lo portarono ai bagni pubblici e quando furono tutti spogliati, sedendosi sulle panche, uno di loro disse:
- Oggi è giorno di covata. Ognuno di noi deve fare e covare un un uovo. Se qualcuno non riesce a farlo dovrà pagare per tutti.

Tirati di nascosto le uova dalle tasche ognuno di loro si mise in posizione per covare e ogni tanto mimavano la voce della chioccia.
Quando toccò a Giufà di fare l'uovo e, quindi, di covarlo, il ragazzo si alzò in piedi e, mimando il battito delle ali, tirò fuori dal petto un vigoroso "chicciricchì!"

Gli amici, sorpresi dal comportamento di Giufà, gli chiesero cosa stesse facendo.

Giufà, continuando a sbattere le braccia, disse sornione:
- Se tante galline hanno fatto l'uovo e lo stanno covando, ci vorrà pure un gallo!

 

www.colapisci.it