Il barbiere maldestro

La Grande Guerra - Nei pressi di Gorizia

Giufà un giorno, per radersi i capelli, cambiò barbiere. Questi era, però, nuovo del mestiere e, mentre radeva, la sua mano era tremolante, tanto che per ogni passata di rasoio lasciava una ferita, che curava subito con un batuffolo di cotone.

Bastò poco, affinché la testa di Giufà fosse ricoperta per metà di batuffoli per tamponare il sangue.
Appena il barbiere cominciò a radere l'altra metà della testa, Giufà, con un po' di ironia, disse:
- Visto che la prima metà della testa è coltivata a cotone, cosa pensi di coltivare nell'altra metà?

 

www.colapisci.it