Cola PesceColapisci: l'uomo che diventa pesce per necessitą o per sceltaI Ricordi di Colapesce: 100 e pił Lune
Quella luna

Campagna di Sicilia - ME

Nel folto dissipandosi nel vuoto
le grame veritą a stento
intraviste per la coda acciuffate
e i gialli fanalini a un
impossibile amore occhieggianti
ossidate parole convergono
verso una cittą di controfigure.
Nel vuoto assiepandosi nel folto
congetture e oroscopi via radio
se ne sono andate le liete giornate
batte ora alla porta lui
il sornione dolore il maldamore
dalle ferite malchiuse - maichiuse?
balenando a ogni curva quella
luna ebete che logora e incanta.

 

Michele Sovente ©
Cumae

Itala Marina - Alberto Biondi - 2003

Sommario Ricordi di Cola

www.colapisci.it