Cola PesceColapisci: l'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per sceltaI Ricordi di Colapesce: 100 e pi¨ Lune
Diciassettesimo giorno di luna
Messina - Villa Mazzini - Anni '30
Questa notte la gran luna autunnale
Sembra ancora rotonda -
Io vivo vecchio e solo sulla sponda
Del borgo fluviale.
Arrotolo le tende per guardare
L'Ospite folgorante :
Nelle veglie notturne m'accompagna
Quando cammino curvo sul bastone.
Il fulgore dardeggia, si nasconde,
Serpente irrequieto;
La luce ora svolazza, ora si posa,
Instancabile uccello.
Un tetto erboso, tra gli aranci e i cedri -
E il chiarore che fende ora di nuovo
La rugiadosa immensitÓ fiorita.
 
Tu Fu
(712-760)

Santo Saba - Tirreno - 2003

Sommario Ricordi di Cola

www.colapisci.it