La lontananza non può
cancellare ciò che il ricordo unisce

Cola nel mare di Sistiana

....Una vedova dal grande mantello azzurro verde, impossibile da non amare, ed impossibile da non rispettare. Una donna che offre al suo "uomo" i più segreti e nascosti anfratti, i suoi colori, i suoi mutamenti, una donna che offre le sue carni tramutandole di volta in volta, in cernie, saraghi, dentici, polpi, aragoste, ....

Una donna dolcissima, amabile, comprensiva, ma anche spietata e aggressiva. Una donna capace di trasmetterti amore e sicurezza, e a rinsavirti dall'oblio che scaturisce dalle sue profondità e dall'aria delle bombole, dandoti la possibilità di riflettere e trovare le giuste soluzioni a problemi che sulla "terra" sembrano insormontabili..

Forse la vena di sangue che mi accomuna a Cola, mi spinge ad amare questa donna più di qualunque altra cosa al mondo, o forse perché IDDIO mi ha negato il proseguo di queste emozioni, e spinge il mio "io" a rievocare le emozioni e gli stati d'animo di un tempo passato, e che nessuna donna sarà mai in grado di eguagliare .......

Nel contempo ringrazio DIO di avermi dato la possibilità di esserci, e penso che sia meglio aver amato e perduto che non aver mai amato.
Ringrazio ancora DIO, che nella corsa per "la vita", mi ha fatto conoscere Cola Angelo, Cola Mina, Cola Nino, Cola Maria, Cola Cesare, Cola Giovanna e.......

Cola Alberto, al quale mi sento più vicino, con una differenza, che Cola Alberto ha avuto la forza, il coraggio, la capacità di manifestare le sue emozioni, i suoi stati d'animo, mentre Cola Angelismile li tiene e li terrà forse per sempre dentro.
Tutti gli altri Cola non me ne vogliano, li voglio e gli vorrò sempre bene, ma.....

 

Cola Angelismile

Buddaci

Sommario Ricerca

www.colapisci.it