Soffio oceanico

Scaletta Zanclea

Turba il soffio dell’oceano.
Con il suo ondulare serafico
mitiga le zolle umane
irraggiate dall’insistere del sorgere.
Saracinesche di profumi
sgorgano nell’immediato borgo
che si accavalla alle sottane costiere.
Dallo smeraldo sbattere d’alghe
al tiziano gravare di sguardi;
un decomporre al calante lontano
speso in volatili disegnanti il vasto accelerar raggiunto.

 

Paolo Facchin

Capo Santandrea

Sommario Ricerca

www.colapisci.it