La fontana della Pigna

In piazza Sequenza, vicino alla Villa Mazzini, si trova una fontana lapidea forse settecentesca, ma che da alcuni è ritenuta dell'inizio del novecento.

Su una base, a due gradoni con perimetro vario, poggia una vasca che ne segue la forma.

All'interno della vasca si erge un piedistallo con quattro volute.

Il piedistallo sorregge quattro vasche, ornate da volute e otto bocche abbozzate di delfini da cui dovrebbe uscire l'acqua.

Dal centro delle quattro vasche si erge un altro piedestallo, più piccolo del precedente e ornato da volute e conchiglie, che sorregge una piccola vasca.

La terza vasca è costolata e ornata da quattro mascheroni, ai lati dei quali vi sono due abbozzi di bocca di delfino, da cui dovrebbe zampillare l'acqua.

Dal centro della piccola vasca si erge un ulteriore piedistallo di forma quadrangolare e ornato da conchiglie e mascheroni (forse di leoni) dalla cui bocca dovrebbe uscire l'acqua,
Sulla base quadrata superiore del piedistallo poggia la scultura di una pigna, che da il nome alla fontana.

Sommario Ricerca

www.colapisci.it