Alla ricerca di Cola

Galati Marina - Pesca con scaibichello
Galati Marina - Pesca del "Sciabacheddu"

Ma che pesce è diventato Cola?  Sarà dintatu o cernia? Saracu pizzutu o tunnu? Qualcuno dice sia anguilla, in tanti lo vorrebbero pescespada, che sullo stretto viene chiamato 'u pisci...  
La sua sparizione ha comportato, nel tempo,  l'interessamento di parecchie persone. Per primo lo studioso Pitrè, poi qualche appassionato di Fiabe e Leggende, compresi i Cantastorie e i Cantautori.
Nei fatti quotidiani, però, ogni bambino che vive a contatto con il mare  cerca Colapesce e la sua ricerca spesso coinvolge gli amici, i familiari, i curiosi in genere. Una ricerca difficile basata su tracce molto labili, indefinibili e perdute nel blu del mare. La sua presenza è segnalata un po' in tutta l'Italia del Sud, in  Spagna e nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ma i suoi "siti" preferiti si trovano lungo la costa Jonica del messinese.
In questo incredibile paesaggio, che Antonello da Messina poneva nei suoi quadri al centro dell'universo, la storia dell'uomo è stata continuamente attraversata da Miti e Leggende, da fatti eroici  e di vita comune, da grandi speranze, che a stento si sono fatte strada nel cuore colmo di nostalgia di chi, attraversando lo Stretto, ha lasciato la  Sicilia.


Stretto di Messina

Itala Martina - Pesca del Cicirello con sciabica
Itala Marina - Pesca del Cicirello

Fuddittu missinisiCercando Cola di notte, specialmente in mare, si incontrano migliaia di lucciole marine: una mano attraversa appena l'acqua e centinaia di stelle si illuminano per un attimo e di contrappunto rispondono centinaia, migliaia di luci sullo Stretto.
Le prime sono foraminiferi  biolumniniscenti, le seconde sono anime avventuriere che pescono i Totani con l'aiuto dell'
untru; le piccole citulene delle barche di pescatori, ormai più o meno dilettanti, attirano nei paraggi lo zooplancton, il quale attira piccoli pesci, i quali attirano i totani che i pescatori catturano . Non di rado tutti  attirano delfini e pescecani che guastano la festa..
Cercando, può capitare, anche, di trovare chi non si cerca.
'u fuddittu' sperano di incontralo un po'  tutti, anche nei momenti meno probabili (la mattina presto o la notte). Questo folletto siciliano potrebbe diventare una ricchezza insperata, che bisogna guadagnare con furbizia.
Cercando nei giorni assolati d'estate si corre il rischio di incontrare un canto assordante, neniante e caldo.
Specialmente ad Alì Terme sotto due giganteschi Eucalipti, le cicale affollano i pensieri a tal punto che quando smettono di cicalare il silenzio è quasi fastidioso.... 
In queste spiagge, come in tutto il litorale Jonico, non vale la pena cercare lo scarabeo sacro: praticamente è sparito.
Spariti sono pure le rondini, i pomodori selvatici, i
cacasipala.
'Cola, se tornasse, non vedrebbe più neanche le albanelle, i martin pescatori, i falchi pellegrini, i cardellini a centinaia, i beccaccini. Non vedrebbe....


Capo Alì visto da Capo Scaletta


Capo Sant'Alessio visto da Capo Alì


Monte Scuderi

Intanto, giunge notizia che tracce di 'Cola si sono avute a Itala Marina. Dicono che uno strano uomo con apparenze di pesce si sia diretto verso Itala Superiore e Monte Scuderi. In queste stupende colline, terrazzate dal lavoro di contadini che si sono spezzata la schiena nei secoli, non è raro, a causa di un sottile stordimento, perdersi fra i viottoli.
Nel silenzio, si sente il mare in lontananza.
Inconsciamente, tutti i siciliani della riviera jonica cercano Cola nei racconti dell'umanità. Con testardaggine sperimentano riconoscimenti, somiglianze o attinenze ed aspettano fiduciosi l'incontro con l'altra metà di se stessi.

Alberto Biondi

 
dintatu

dentice

Saracu pizzutu

sarago pizzuto

tunnu

tonno

'u fuddittu'

il folletto

cacasipala

Capinera - Il termine etnico è dovuto al fatto che vivendo  nelle nostre campagne in mezzo a rovi (detti sipaluni), e volando quà' e là defeca sugli stessi.

untru

attrezzo con con molti ami ricurvi senza barba e raggruppati su un supporto su cui si lega un'esca

citulena

lampada a base di Acetilene, ottenuto dalla reazione di Carburo di Calcio e acqua

Sommario Ricerca

www.colapisci.it