Figure mitiche del mare

Le tradizioni   sul mare sono piene di creature meravigliose, a volte terribili, a volte benevole con gli uomini.
Le sirene, ad esempio sono belle a vedersi, ma estremamente pericolose. Anche il tritone è spesso presente nella tradizione fiabesca e leggendaria.
Questi esseri fantastici a volte sono associati con mari ed oceani, a volte con laghi e fiumi.
Una delle più note leggende sull'argomento racconta della moglie umana di un tritone, che aveva formato una famiglia nel fondo del mare; ma un giorno la donna viene irresistibilmente richiamata a terra dal suono delle campane della chiesa e, dal momento in cui viene soggiogata dalla magia delle campane, ella è perduta per sempre per il marito tritone che tornerà da solo con i bambini negli abissi
.

Nella tradizione mitologica il tritone non appare mai compagno della sirena, come sembrerebbe naturale: dal punto di vista sentimentale, la fantasia popolare gli attribuisce una forte predilezione per le creature terrestri.
L'essere fantastico è quindi sempre impegnato ad attirare le fanciulle nelle fredde spelonche sottomarine, per poi sposarle e tenerle legate a sè.

Anche nella tradizione popolare più tipicamente italiana vi sono strane figure mitiche che spesso sono responsabili dei venti, delle onde e dei pericoli per i pescatori. Una famosa, nel Veneto, è il "
Gato Marin" che spesso si muta in un polpo orrendo. Ma nelle fiabe e nelle leggende l'astuzia dell'uomo riesce sempre a farsi beffe della sua malvagità: infatti finisce per dare ai marinai pesci d'oro in cambio di farina, olio o biscotti.
Cosi pure l'
Orso Marin sta sempre in agguato per afferrare quelle persone che si sporgono troppo sul mare. Ma anche qui l'uomo può difendersi: basta mettergli in bocca un pezzo di legno.
Il Serpente Marin è invece il responsabile dei movimenti anomali delle barche, soprattutto quando, a dispetto del timoniere, si stringono l'una addosso all'altra.

 

riassunto da un racconto di
Paola De Sanctis
Grande enciclopedia del mare
Curcio

Sommario Ricerca

www.colapisci.it