www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitā o per scelta

Buio  marino

Alito nero della notte,
impietoso, porti via l'ultimo germoglio
di un solitario anemone amaranto
e, indifferente, lo abbandoni
ai piedi di questa colonna antica
per essere antro delle illusioni del cuore.

Crudele, diventi magma figlio di terra isolata
e spandi cenere su ogni cosa.
Disperdi in mari infuocati i pensieri
e nel gelo delle correnti l'amore mio.
Nell’infinita profonditā e
nel buio marino del tempo mi trascini.

La sua presenza avverto, lā,
ed č profumo di vita.
In cascata di rugiada mi muto
e, insieme a lei, rinasco
nel dolce grembo della luna,
che sullo Stretto si dona riflessa.

 

Cola

Stretto di Messina

www.colapisci.it