Tektite

Nel 1968, NASA, Marina Militare Americana e altri installavano la Tektite (nome ispirato da minerale vetroso trovato in fondo al mare e in terra, forse di origine extraterrestre) .

Quattro scienziati rimasero per 60 giorni alla profonditÓ di 15 metri, al largo delle isole Vergini americane, all'interno e all'esterno di un laboratorio di due locali cilindrici, restando collegati con la superficie con un circuito chiuso televisivo.

Il rifornimento d'aria avveniva tramite un collegamento con i compressori di la nave appoggio. Gli acquanauti si spostavano nell'acqua tramite piccoli sommergibili forniti di autorespiratori.

Lo scopo di Tektite era quello di provare le condizioni di vivibilitÓ in un spazio ridotto per molto tempo, in previsione di missioni spaziali future e delle missioni di lunga durata dei sommergibili nucleari.

 

www.colapisci.it