Assedio di Siracusa

Le prime imprese battagliere dell'uomo sott'acqua risalgono, come racconta Tucidide,  all'assedio di Siracusa, nel 414 a.C., da parte degli Ateniesi che, grazie a dei sub, erano riusciti  a segare le palizzate sommerse, sicuramente facendo ricorso a riserve d'aria.

Per capire come potessero riuscire in questo intento, Aristotele (IV sec. a.C.) nei suoi «Problemi», tratta  gią, oltre degli inconvenienti pił comuni che capitavano ai sub (guai alle orecchie, sangue dal naso), di certi tubi per respirare e di una  «marmitta rovesciata, piena d'aria, che vi resta rinchiusa e nella quale l'uomo mantiene la testa».

Sembra che Aristotele fosse riuscito a costruirne il primo modello e che Alessandro Magno avesse usato una campana progettata da Aristotele.

www.colapisci.it