Marineo weblog

Al teatrino dei pupi di Marineo, “Colapesce”
La vera storia
della Virago di Entella e di Federico II

di Onofrio Sanicola

Pubblicato da Giuseppe Taormina il 29 luglio 2010


Sabato 31 Luglio 2010 ore 20,30 Domenica 1 Agosto 2010 ore 18 COLAPESCE 
Si chiude un mese di spettacoli con un intensissimo calendario.

Si chiude con Colapesce ambientato e sceneggiato parte a Marineo parte a Palermo e ad Entella. Siamo al tempo di Federico II, il dolce stil novo la Palermo musulamana. Abbiamo immaginato che La Virago di Entella fosse sepolta nella nostra Rocca da dove si gode una vista imprendibile verso il mare e verso la Val di Mazzara e quindi Entella.

Federico II. Puer Apuliae, Federico papen Kaiser, Federico amir, la Magna Curia, i falchi dell’arte venandi, le canzoni della scuola siciliana ….
Un omaggio a Federico ma anche a sua moglie che sembra portò i pupi in Sicilia nel 1200.
Un delizioso documento del 13mo secolo ci racconta un episodio sconosciuto della storia dei musulmani di Sicilia sino al loro trasferimento in Puglia. Un eccezionale virago mussulmana tenne testa per anni a Federico II organizzando la resistenza nella roccaforte di Entella.
Questo episodio diventa saga popolare e nel seguirne le gesta riscopriamo la dottrina e la magnificenza della magna curia itinerante che aveva sede ora a Palermo ora a Casteldelmonte ora a Barletta.
L’amore per la caccia, la meravigliosa e irripetibile convivenza di cattolici, musulmani, ebrei e bizantini. Le canzoni della scuola siciliana, la creazione dello stato moderno, la barbarie della crociata dei fanciulli, l’amore….
Si inserisce o meglio approda dopo vari tentativi
Colapesce al teatro dei pupi (lo si fa risalire Al 1200). E’ una storia familiare a tutti i ragazzi siciliani e non. Come al solito si è un po’ persa, schiacciata dai vari Henry Potter di turno. Il fantastico sempre riproposto in nuove vesti non scalfisce la semplicità di questa “storia”.
Colapesce è un ragazzo di Sicilia protagonista al tempo di Federico II di Svevia. Quindi siamo sempre nel nostro tracciato: racconto popolare-fatto storico. Colapesce è un ragazzo che ama talmente il mare che riesce a nuotare sin là dove altri non sono mai giunti. La sua fama arriva sino a  Federico II che lanciando via via una moneta,lo scettro, la corona apprende da Cola cose meravigliose e incredibili. Come della terza colonna che regge la Sicilia. L’estremo sacrificio di Cola ci riporta a gesti eroici d’altri tempi. Un superman di altri tempi. Colapesce si inserisce con la sua storia  fra le varie scene divenendone parte attiva.

Testo Onofrio Sanicola; Regia  Aldo Pintor; Pupari Onofrio  Sanicola, Lucilla Benanti, Ciro Staropoli E Gli allievi del teatro dei pupi di Marineo.  Le canzoni sono di Onofrio Sanicola cantate da Salvo Cassetti. 

Creative Commons License