stoffa.blogspot.com
LoiZ

martedý 6, marzo 2007

C'Ŕ un limen dopo l'infanzia, una soglia faticosa da oltrepassare.
Da bimbette serve inventare un'incantevole Creamy per esprimere il nostro charme adulto, per prenderci confidenza, per sondarne l'effetto sugli altri e su Toshio.
Nel passare all'etÓ adulta si avverte uno strappo, un'impossibilitÓ a tornare bambini. Serve un percorso sociale obbligatorio o una speranza cieca (Gira e spera spera e gira quel che vuoi si avvererÓ della magica Emy) per decidersi a strappare.

Di figure che incarnano il limen, il confine, ce ne sono diverse, come il Colapesce dei racconti marinari.
Colapesce era un bambino mezzo pesce, che poteva trattenersi sott'acqua per ore. Essere un pesce Ŕ la metafora della vita in mare, destino obbligato degli uomini adulti. Essere un bambino invece consente di restare sulla terraferma, regno della mamma e delle donne.
Nelle societÓ marinare l'uscita in mare di nascosto Ŕ per molti ragazzetti un rito di iniziazione, un rito di passaggio che segna l'entrata nel ruolo dell'adulto. Da quel momento in poi si diventa qualcos'altro.
Colapesce resta a cavallo dei mondi, delle etÓ, sfidando l'andamento normale della vita. Questo gli costerÓ caro perchŔ nella leggenda il mare diventerÓ la sua tomba. La tomba del bambino.

Ma narrare le sue imprese mitiche pu˛ spingere i ragazzini ad avventurarsi in mare, senza esitare troppo.
Allo stesso modo:
Poi Creamy quando vuoi tornare Yu tu puoi,
pensarlo basterÓ e subito accadrÓ,
ma questa tua magia Yu, Creamy amica mia,
un anno durerÓ poi Creamy forse svanirÓ...

Mette fretta! E allora guardare un cartone animato in cui una bambina per magia pu˛ sdoppiarsi tra infanzia e seducente maturitÓ, sarÓ mica un'operazione sociale mediatica per convincerci a crescere, a truccarci, a innamorarsi di Toshio senza perder tempo?
Nel cartone animato viene rappresentato il disagio della pubertÓ, la fase in cui ci si sente sdoppiare. La tensione tra Yu e Craemy si avverte, si evolve. Yu Ŕ una combinaguai come Pollon, buffa, se ne ride. Sta simpatica ma Ŕ visibilmente incompleta. Si aspetta impazienti che cambi. Alla fine lei cresce bella e accalappia Toshio.
Messaggi subliminali per imitarla. Il lieto fine Ŕ una promessa da marinaio. La paralizzante truffa Pampuru, Pimparu, Parimpamp¨ !

Salvato dal Web
http://stoffa.blogspot.com/2007/03/c-un-limen-dopo-linfanzia-una-soglia.html