www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per scelta

A Domenico Racaniello
 

Amico
Una risata travolgente, una bocca smisurata.
Gli occhi scintillanti di chi non sa cosa sia la noia.
Non eri come noi.
E lo sapevi. E lo sapevamo.
E volevamo prendere un po' di te, anche solo standoti vicino.
A volte restavi zitto e ti isolavi in un angolo.
Tornavi tra noi dopo ore, con lo sguardo vuoto.
Come chi abbia visto abissi che agli altri non Ŕ dato nemmeno immaginare.
Per tornare dispettoso e dissacrante.
Come pu˛ capire chi non ha avuto il privilegio di conoscerti?


Daniela Lovece
 

Sommario Amici Perduti

www.colapisci.it