kappa - kavako/kawataro
(Giappone)

Mitica creatura anfibia, che vive nei fiumi dell’isola di Kiushu. 

Ha la corporatura di un bambino di dieci anni, la testa di scimmia, con una rada peluria ed un foro sulla sommità del cranio, dentro al quale si trova un liquido che è la fonte della irresistibile forza dei Kappa.

La schiena è coperta dal carapace di una tartaruga e la pelle, in genere, ha le squame di pesce; gli arti sono palmati come quelli di una rana. 

Sono una razza di VAMPIRI che suggono il sangue delle loro prede dall’ano. Attaccano spesso il bestiame ed i cavalli, ma sono ostili anche per l’uomo e molto pericolosi per via della loro forza erculea.

Chi si trovasse a dover fronteggiare uno di questi mostriciattoli ha la possibilità di utilizzare un trucco molto semplice per scampare alla morte: basta fare un profondo inchino al Kappa; poiché essi sono di una impeccabile compitezza formale, egli restituirà l'inchino, e nel piegarsi tutto il liquido fuoriuscirà, dal foro sulla testa, e la creatura perderà ogni forza.

Il loro aspetto di piccoli nani coperti di squame e con i piedi palmati ha indotto alcuni scrittori fantasiosi a vedere in essi una manifestazione degli EXTRATERRESTRI.

Sommario Affinità con Colapesce

www.colapisci.it